Biografia e Programma di Kathryn S.

Biografia

Kathryn S. ha passato gli ultimi vent’anni all’interno del fandom, principalmente leggendo e sognando complicate trame di fanfiction che solo occasionalmente sono state messe nero su bianco. È volontaria di OTW (Organizzazione per i Lavori Trasformativi) dal 2014. Al di fuori di OTW, lavora come amministratrice di una no profit ed è un’attivista progressista per la sua comunità nel tempo libero.

Programma

1. Perché hai deciso di candidarti alle elezioni del Consiglio?

Ho dibattuto a lungo negli ultimi anni riguardo una possibile candidatura e sono stata incoraggiata a candidarmi da altri volontari che erano a conoscenza delle mie esperienze nel campo no profit. Tuttavia, ho sempre finito per scartare l’idea, dicendomi che l’anno successivo sarei stata in una posizione migliore. Le recenti controversie mi hanno convinta del fatto che se avessi scelto di non candidarmi quest’anno, mi sarei pentita di non aver offerto le mie abilità e la mia esperienza alla comunità di OTW. Amo OTW e amo il lavoro che faccio come volontaria, perciò voglio fare tutto il possibile per far sì che rimanga un’organizzazione che amo e rispetto. Anche se non vengo eletta, farò tutto il possibile per sostenere il consiglio eletto e i miei colleghi volontari nel lavorare verso i cambiamenti che vogliamo vedere.

2. Quali capacità e/o esperienze porteresti al Consiglio?

Ho lavorato come amministratrice di una no profit negli ultimi cinque anni e ho un certificato avanzato in leadership e gestione. Ho esperienza nello stabilire opere a sostegno della Diversità, Equità, ed Inclusione (DEI), nella creazione di norme e procedure e nella gestione di documentazione. Ho anche esperienza nel campo delle Risorse Umane (HR) poiché sono stata il Manager ufficioso delle Risorse Umane della mia organizzazione per più di un anno mentre facevamo fatica a assumere una nuova persona.

Attraverso la mia esperienza di attivista progressista, ho anche molta esperienza nella gestione di volontari, nel creare consenso e nel far sì che le cose vengano concluse nel limite delle scadenze ravvicinate.

Ho anche 9 anni di esperienza come volontaria di OTW. Il mio comitato, nel corso degli anni, ha ampiamente migliorato e sistemato le nostre norme e procedure, e ho visto in prima persona gli effetti positivi che una nuova leadership con buone idee che incoraggiano la collaborazione può avere. Voglio portare quella stessa atmosfera di collaborazione al Consiglio e a tutta OTW.

3. Scegli uno o due obiettivi per OTW che ti stiano a cuore e su cui saresti interessato/a a lavorare durante il tuo mandato. Perché valorizzi questi obiettivi? Come lavoreresti con gli altri per raggiungerli?

La prima cosa che metterei in primo piano è l’assunzione di un@ consulente DEI (Diversità, Equità, ed Inclusione) e un@ professionista delle Risorse Umane. Il lavoro per cercare e assumere queste persone è già stato messo in atto, ma se non fosse completato entro il tempo in cui entrerò a far parte del Consiglio, dedicherei il mio tempo per far sì che queste persone vengano assunte e siano in grado di cominciare il proprio lavoro il prima possibile. Inoltre, farei tutto ciò che è necessario per sostenere il loro lavoro.

Per anni c’è stato bisogno di questi ruoli, come dimostrano le recenti controversie. OTW è cresciuta fino al punto in cui sono necessarie competenze pagate. In primo luogo, un esperto esterno può dire cose senza la stessa paura di ripercussioni che le persone all’interno di un’organizzazione possono avere. In secondo luogo, un esperto pagato dovrà per contratto dedicare il proprio tempo a questo lavoro senza il rischio che i volontari hanno di essere allontanati a causa di problemi nella vita reale o di essere distratti da un problema urgente nel loro campo.

Penso che sia plausibile che ci sarà bisogno di più ruoli pagati una volta che questi esperti prenderanno posto, ma qui è dove dobbiamo cominciare.

4. Qual è la tua esperienza con i progetti di OTW e come collaboreresti con i comitati rilevanti per sostenerli e rafforzarli? Cerca di includere un vasto numero di progetti, ma sentiti libero/a di enfatizzare quelli con cui hai più esperienza.

Nel corso del mio lavoro per OTW, comunico con la maggior parte dei comitati di routine!

Il mio primo passo sarebbe assicurare che i comitati e i progetti abbiano ciò che dicono di aver bisogno dal Consiglio, dato che sanno meglio quello che può aiutarli. Tuttavia, sono consapevole che possano sentirsi a disagio nel chiedere ciò di cui hanno bisogno. Perciò lavorerò per ricostruire la fiducia nel Consiglio assicurandomi che il Consiglio sia reattivo e rispettoso e che faccia tutto il possibile per essere d’aiuto.

Inoltre, nonostante sia diventato molto più semplice comunicare e tessere relazioni tra le varie comunità con il nostro attuale sistema di messaggi e strumenti di collaborazione di quanto lo fosse in passato, questi sono principalmente processi informali. Mi piacerebbe creare più opportunità formali a livello di tutta l’organizzazione per imparare quello che fanno gli altri comitati e quali sono i loro processi. Ancora oggi è troppo facile non avere idea di quello che fanno gli altri comitati o perché fanno certe cose in una certa maniera. Questo si traduce in una chiusura, in una mancanza di comunicazione, in una mancanza di fiducia e in opportunità mancate.

Molti dei cambiamenti positivi che il mio comitato ha fatto negli anni scorsi sono state pratiche che abbiamo imparato dagli altri comitati! Abbiamo anche creato nuove pratiche di cui possono beneficiare gli altri comitati. Sfortunatamente, al momento non c’è modo di imparare gli uni dagli altri senza chiedere direttamente o avere un membro che sia parte di più comitati. Possiamo e dovremmo essere molto più proattivi nel condividere le buone pratiche cosicché possano essere riprodotte. Possiamo anche essere più proattivi nel condividere i nostri errori cosicché non vengano ripetuti inutilmente.

5. Come pensi di bilanciare il tuo lavoro nel Consiglio con gli altri ruoli che detieni per OTW, o progetti di lasciare i tuoi ruoli attuali per concentrarti sul lavoro del Consiglio?

Lavorerò duramente prima delle elezioni per concludere più progetti che posso del mio comitato cosicché io possa fare un passo indietro nel caso in cui venga eletta. Ci sono alcuni compiti che mi piace fare e che non voglio abbandonare, ma eviterò di aggiungerne di nuovi in modo da poter dedicare più tempo al mio lavoro per il Consiglio.