Biografia e Manifesto di Matty Bowers

Biografia

Matty si è imbattuta nel mondo dei fandom per la prima volta nel maggio del 1998; non si è fatta davvero coinvolgere, però, fino al 2001. I suoi primi fandom sono stati Highlander e Buffy, ma ben presto si è lasciata coinvolgere da molti altri. Oggi ne è una grandissima sostenitrice, pronta a leggere praticamente qualsiasi lavoro di smisurata lunghezza appartenente a qualsiasi fandom! Per i primi anni Matty si è tenuta per lo più in disparte, ma alla fine ha cominciato a dare il suo contributo ai progetti relativi al fandom, come le newsletter e le comunità. Rimase affascinata e incuriosita quando sentì le prime notizie riguardo la costituzione di un luogo in cui i fan avessero il controllo dei server, e si unì a OTW (Organizzazione per i Lavori Trasformativi) come organizzatrice di tag durante la chiamata per i volontari del 2009. Da allora a lavorato nei comitati di Supporto, di Documentazione Archive of Our Own – AO3 (Un Archivio Tutto per Noi) e di Violazioni. Matty si è laureata in Scienze della Formazione e ha lavorato come insegnante per più di dieci anni prima di passare a un impiego nel campo della tecnologia. Attualmente lavora come manager per un’impresa locale e, nel suo tempo libero, fa da assistente tecnica ai suoi numerosi amici e alla sua famiglia.

Manifesto

1. Perché hai deciso di candidarti alle elezioni per il Consiglio?

Ho collaborato a OTW come volontaria, come membro dello staff e come presidente in vari comitati, in diverse situazioni. Ho lavorato in team efficienti e in altri non efficienti, e ho imparato cosa è necessario per migliorare. Non è stato sempre facile, ma sono disposta a fare ciò che serve. Insieme ad alcuni meravigliosi membri dello staff ho contribuito a trasformare sia il comitato di Supporto sia quello di Violazioni da poco produttivi ad attivi e fiorenti. Questa esperienza mi ha aiutata a comprendere come funziona OTW, o come non funziona, su molteplici livelli. Sono convinta che abbiamo raggiunto un punto critico nello sviluppo di OTW e voglio aiutare il Consiglio e OTW a crescere e ad andare avanti.

2. Quali capacità e/o esperienze apporteresti al Consiglio?

Nella mia carriera, come insegnante e come responsabile commerciale, ho acquisito una grande esperienza nell’avere a che fare con le persone in molte situazioni differenti, con diverse scadenze e necessità. Comunicare rapidamente e con efficienza è un fattore chiave dell’insegnamento: questa è un’altra qualità che, credo, mi servirà molto nel Consiglio. Lavorare nell’istruzione primaria insegna anche come gestire più progetti e raggiungere un risultato.

Queste esperienze mi sono state utili quando mi sono trovata a dovere salvare prima Supporto e poi Violazioni, dall’orlo del precipizio. Entrambi i comitati erano oberati dalla mole di lavoro e stavano sperimentando una forte carenza di personale. Grazie all’aiuto degli altri fantastici membri dello staff, ho potuto migliorare il processo operativo e la formazione, ideare metodi più efficaci per la comunicazione con gli altri comitati, e mantenere un nucleo stabile di volontari attivi e impegnati, che ci hanno permesso di rispondere alle necessità degli utenti molto più tempestivamente. Le basi che sono state gettate dovrebbero aiutare entrambi i comitati a crescere man mano che aumentano le richieste degli utenti. Sono molto orgogliosa di questo lavoro e del team che abbiamo costruito insieme.

Credo che anche il Consiglio abbia raggiunto un punto critico e penso che le lezioni apprese dall’aver lavorato in Supporto e Violazioni mi saranno molto utili.

3. Quali obiettivi vorresti raggiungere durante il tuo mandato?

Una delle prime cose che dobbiamo fare è fare il punto della situazione e capire di cosa hanno effettivamente bisogno i comitati da parte del Consiglio. Per farlo è importante coinvolgere tutti i presidenti in un dialogo sullo stato di OTW e dei suoi comitati. Vorrei far parte di un Consiglio che abbia questo dialogo con i presidenti, che sia consapevole dei problemi in atto e che possa promuovere l’integrazione e la collaborazione tra i presidenti per trovare le soluzioni ai problemi che abbiamo in comune.

Negli ultimi anni abbiamo fatto fatica a essere compatti. Alcuni comitati sembrano fiorire, mentre altri continuano a rimanere in difficoltà. È essenziale che OTW trovi un equilibrio e controlli che tutti i suoi comitati e il Consiglio collaborino, prima che io lasci il mio incarico. Le nostre comunicazioni interne ed esterne spesso sembrano spezzate, e ciò intralcia il progresso dei nostri progetti e ostacola la creazione di un ambiente produttivo e sereno per i nostri volontari. Tutto questo deve cambiare e credo che il primo passo fondamentale sia cambiare la cultura del Consiglio.

4. Qual è la tua esperienza dei progetti di OTW e come collaboreresti con i comitati pertinenti per supportarli e rafforzarli? Ti preghiamo di includere AO3, TWC, Fanlore, i lavori di Legal Advocacy (Patrocinio Legale) e Open Doors (Porte Aperte), e sentiti libera di approfondire qualunque argomento ti interessi maggiormente.

Ho lavorato per diversi anni in Supporto, Documentazione, Violazioni e Organizzazione Tag, e in qualità di presidente ho spesso collaborato con lo staff di Accessibilità, Design & Tecnologia (AD&T), Sistemi, Supporto Legale, Traduzione, Comunicazioni e Porte Aperte. Ho visto con i miei occhi quanto tutti siano incredibilmente impegnati in questi progetti e quanto possa essere efficace la loro collaborazione, una volta che sono in atto i giusti processi. A livello personale, amo lavorare a Fanlore, divoro con entusiasmo qualsiasi rivista e penso che queste siano importanti risorse per il fandom.

Credo che la cosa più importante che potrò fare, come membro del Consiglio, sia capire di cosa abbia bisogno ciascun progetto e fare del mio meglio per accontentarlo. Il Consiglio dovrebbe essere pronto e disponibile ad offrire risorse e assistenza ai comitati e ai membri dello staff in caso di necessità, ma anche a permettere loro di agire in autonomia nelle attività quotidiane. Una delle prime cose che vorrei fare, come membro del Consiglio, è mettermi in comunicazione con tutti i progetti e avere un dialogo aperto e onesto riguardo dove si trovano e dove vorrebbero arrivare. Farei di queste esigenze una priorità e mi assicurerei che tutti i progetti abbiano gli strumenti, il personale e le risorse necessari per riuscire nel loro intento.

5. Scegli due argomenti/problemi che pensi dovrebbero essere ad alta priorità per OTW, sia interni sia esterni. Cosa significano per te e perché li reputi importanti? Come li renderesti parte del tuo servizio?

Vorrei vedere maggiore trasparenza e una migliore comunicazione tra il Consiglio ed i volontari ed i membri di OTW. I volontari dovrebbero poter capire come mai il Consiglio prende determinate decisioni e che cosa ha in progetto per il futuro. Un aumento della trasparenza non solo permetterebbe ai membri del Consiglio di avere maggiore responsabilità, ma farebbe anche sì che i membri dello staff e i volontari comprendano meglio quello che accade all’interno dell’Organizzazione. Riuscire ad avere un quadro d’insieme consente a tutti di vedere in che modo i loro sforzi stanno dando forma a OTW e permette di sentirsi più coinvolti nell’Organizzazione nel suo insieme.

Vorrei anche assicurarmi che ogni comitato abbia a disposizione l’aiuto e le risorse necessari per raggiungere i propri scopi. Per esperienza, so esattamente quanto sia difficile presiedere un comitato senza personale sufficiente e senza gli strumenti adeguati. Credo sia essenziale che i comitati a cui davvero servono nuovi strumenti per poter svolgere il proprio lavoro ricevano dal Consiglio sostegno e approvazione per implementarli, in un ragionevole lasso di tempo. I comitati dovrebbero avere i propri conti puntualmente saldati. I membri dello staff dovrebbero essere approvati tempestivamente. Le email dovrebbero ricevere risposta immediata. Finora non è stato così ed è una cosa che spero di poter cambiare.

6. Quali pensi siano le principali responsabilità di un Consiglio e di questo, in particolare? Hai esperienza con i requisiti legali richiesti al consiglio di amministrazione di un’organizzazione no-profit con sede negli Stati Uniti?

Per molti anni ho lavorato per organizzazioni no-profit non in rete e, come presidente di Supporto, ho svolto alcune ricerche indipendenti sui requisiti delle associazioni no-profit con sede negli Stati Uniti.

Il Consiglio deve essere responsabile della supervisione di OTW e deve prendere le decisioni nel miglior interesse dell’organizzazione e dei suoi membri. Credo che sia responsabilità del Consiglio assicurare che i volontari e i membri siano tenuti al corrente di ciò che accade nell’Organizzazione, dall’aspetto finanziario alle decisioni ordinarie. Dobbiamo accertarci che OTW sia in una condizione di stabilità perché possa compiere la sua missione di essere al servizio degli interessi dei fan, garantendo l’accesso e preservando la storia dei fanwork e della cultura dei fan nelle sue infinite forme.

7. Come riusciresti a trovare un equilibrio tra il tuo lavoro nel Consiglio e gli altri ruoli che ricopri all’interno di OTW? In alternativa, come pianifichi di ritirarti dai tuoi ruoli attuali per concentrarti sul lavoro nel Consiglio?

Mi sono dimessa di recente sia da Organizzazione Tag sia da Supporto e, per Violazioni, ho avviato un programma di formazione per trovare nuovi membri. Entro l’inizio del prossimo mandato, avrò un co-presidente nuovo di zecca. Alla fine del prossimo mandato, molti altri membri dello staff avranno terminato la loro formazione: uno di questi fortunati membri dello staff diventerà co-presidente, permettendomi di retrocedere al livello di membro dello staff. Il mio obiettivo è di rimanere all’interno in Violazioni, in qualche modo, per restare in contatto con gli interessi del comitato. Ritengo sia importante che i membri del Consiglio siano coinvolti e comprendano le necessità dei comitati. Rimanere con Violazioni, un comitato di Archive of Our Own – AO3 (Archivio Tutto per Noi) che lavora con tutti gli altri comitati di AO3 e direttamente con gli utenti, mi consentirebbe di rimanere in contatto con le altre parti di OTW e con gli utenti di AO3.