Assegnazione di Posto Vacante nel Consiglio al Candidato Ultimo Arrivato alle Elezioni da parte del Consiglio stesso.

Il 14 agosto 2015 il Consiglio ha votato per ridimensionare il Consiglio stesso, passando da 9 Direttori a 7. Prima di questo voto, il Consiglio aveva informato il comitato Elezioni che quest’anno sarebbero stati disponibili solamente due seggi. Cià è in accordo con l’Articolo V, #3 dello statuto, che stabilisce che ogni anno debbano essere eletti almeno 2 Direttori e che, se il Consiglio è composto di 7 o più Direttori, ogni anno ne debba essere eletto almeno un terzo.

Il 16 settembre la presidentessa del comitato elezioni ha fatto notare che, dato che è possibile eleggere più del numero minimo di seggi stabiliti per ciascun anno, si presentava la possibilità di rivitalizzare un Consiglio sempre più ristretto grazie all’inaspettato numero di candidati presentatisi quest’anno (Inizialmente il totale era di otto). Il Consiglio ha rifiutato e Andrea Horbinski ha risposto come segue: “Il Consiglio ha votato per stabilire le dimensioni del Consglio a sette direttori. Dato che l’anno scorso ne sono stati eletti tre, possiamo eleggerne due quest’anno e tornare quindi facilmente a un ricambio regolare–così com’era prima che le dimensioni del consiglio venissero aumentate a nove individui,”

Più tardi, il Consiglio ha rimosso Nikisha Sanders dai candidati. La presidentessa del comitato Elezioni ha nuovamente protestato e il consiglio ha nuovamente votato per non accogliere le sue obiezioni. Di conseguenza, Dan Lamson ha ritirato la sua candidatura.

Alla fine 6 candidati hanno partecipato alle elezioni. Sono stati votati dai membri iscritti, risultando in quest’ordine:

  1. Matty Bowers
  2. Atiya Hakeem
  3. Alex Tischer
  4. Katarina Harju
  5. Aline Carrão
  6. Andrea Horbinski

La candidata al quinto posto, Aline, ha ricevuto circa 2,89 volte i voti ricevuti dalla candidata al sesto posto, Andrea.

Oggi, il Consiglio ha tenuto un incontro aperto nel canale pubblicamente accessibile Public Discussion (Discussione Pubblica). Pur non avendo avvisato né i volontari, né i membri iscritti né il Comitato Elezioni che si sarebbe tenuta una simile votazione, il Consiglio ha votato a favore del ritorno nel Consiglio di Andrea Horbinski per terminare il mandato in scadenza il 31 dicembre 2016, che era stato lasciato alla fine del 2014 da Anna Genoese. Andrea Horbinski, Margaret J. MacRae, Cat Meier e Jessica Steiner hanno votato a favore, Eylul Dogruel si è astenuta, e Soledad Griffin era assente. Potete leggere una trascrizione di questa votazione e la reazione che ne è scaturita a questo link.

Nel 2010, una situazione simile si era verificata quando un membro del Consiglio si era dimesso immediatamente dopo l’elezione di quell’anno. Allora, il primo candidato non eletto, Hele Braunstein, fu chiamato a riempire quel posto. Il precedente del 2010, il buon senso e l’etica impongono che le scelte dei votanti in un’elezione siano considerate e rispettate. Il Comitato Elezioni supporta l’elezione di Alex Tischer al Consiglio per riempire il posto di Anna. Se Alex non desiderasse ricoprire tale posizione, supportiamo l’elezione di Katarina Harju o di Aline Carrão, seguendo l’ordine sopra riportato.

Aggiornamento #1, 23 novembre 2015: Il Consiglio 2015 ha dato le dimissioni, effettive a partire dal 15 dicembre 2015. Sarà rimpiazzato da Atiya Hakeem e Matty Bowers, che entreranno ufficialmente a far parte del consiglio entro e non oltre il 1° dicembre 2015.

Aggiornamento #2, 23 novembre 2015: A causa di questi eventi inusuali, lo staff del Comitato elezioni ha reso pubbliche le informazioni sulla posizione raggiunta dai vari candidati, con il permesso di 5 dei 6 candidati. Ad ogni modo, considerato che il nostro obiettivo è di promuovere un Consiglio di Direzione armonioso ed egualitario, non prevediamo di rivelare queste informazioni durante future elezioni, a meno che non torni a ripetersi una situazione come quella verificatasi lo scorso fine settimana.

Questo post è stato tradotto dai traduttori volontari di OTW. Per saperne di più sul nostro lavoro, visita la pagina di Traduzione su transformativeworks.org.